Monte Kōya, tempio Hemmyō-in: il Bodhisattva Monjū

Sezione: 
Monte Kōya, tempio Hemmyō-in: il Bodhisattva Monjū

Scrigno in legno pregiato, alto 14 cm, di fattura giapponese e di epoca Kamakura (1185-1333). Rappresenta il Bodhisattva Monjū (sanscrito Manjusri), a cavallo d'un leone. Monjū è personificazione della sapienza mistica e fu popolarissimo fin dali'antico in tutta l'area buddhista dell'Asia. Nelle due ante laterali compaiono monaci e personaggi mitologici minori, alcuni d'identificazione difficile. Sia Monjū, sia le altre figure, sono vicine a rocce stilizzate, che probabilmente situano l'apparizione celeste sul monte cinese Wu-tai («l'Alpe delle cinque Vette») sacro a molte leggende buddhiste. L'opera, date le dimensioni, è un'autentica miniatura: va tuttavia considerata un capolavoro della scultura giapponese, sia per la concezione d'insieme, così elegante e fluida, sia per la freschezza ed il vigore dei particolari (si noti la muscolatura e il muso del mitologico leone).