Recensioni

Ebraismo, Cristianesimo e Islam in dialogo nel libro di Silvio Calzolari e Paolo Tarchi

di Nicola Nuti — La Terrazza di Michelangelo, 26 luglio 2017

Con la prefazione di mons. Nunzio Galantino e la Postfazione di mons. Mario Meini – rispettivamente Segretario e Vice Presidente della CEI -  in questo tempo così complesso, dove l’aspira­zione alla fraternità e alla pace si scontra con una sorta di terza guerra mondiale combattuta a pezzi, come ha indicato Papa Francesco nella sua visita a Sarajevo, il volume  “Dov’è tuo fratello? Ebraismo, Cristianesimo e Islam in dialogo” di Silvio Calzolari e Paolo Tarchi indaga sul bisogno condiviso di fraternità nelle tre gran­di religioni monoteiste per una pace duratura nel mondo.

S. Antonino: personaggio da riscoprire in tutta la sua attualità

logo

di Emanuela Ulivi — Edizioni Medicea Firenze, giugno 2017

Antonino Pierozzi, santo domenicano nella Firenze dell’Umanesimo. Una figura da riscoprire.

Copertina Antonino Pirozzi

di Alessandro Santini — Quelli del Museo di San Marco, 14 maggio 2017

“Chi dice Sant’Antonino Pierozzi, dice Convento di San Marco; e chi dice Convento di San Marco dice Firenze e destino, grandezza e responsabilità di Firenze…”, così scriveva Giorgio La Pira nel 1958, quando la fama di Sant’Antonino era ancora ben viva nella memoria dei fiorentini, che, con gran concorso, prendevano parte alle celebrazioni annuali in suo onore, il 10 di maggio, in San Marco.

Il dialogo interreligioso e le sfide di oggi, nel libro di Silvio Calzolari e Paolo Tarchi Dov’è tuo fratello?

di Emanuela Ulivi — DAOonline, 21 ottobre 2016

In principio erano Adamo ed Eva. Adamo ed Eva, narra la Genesi, dopo che furono cacciati dall’Eden ebbero due figli, Caino e Abele. Un giorno Caino e Abele conobbero la discordia e Caino uccise Abele, suo fratello. In principio Dio parlava direttamente con le sue creature e chiese a Caino Dov’è tuo fratello? Caino rispose Non lo so. E aggiunse: Sono forse il guardiano di mio fratello? così riparandosi dalla verità, come dalla responsabilità si era nascosto Adamo incolpando Eva per la sua disobbedienza. In principio non c’erano le religioni, ma la domanda Dov’è tuo fratello? resta, primordiale per tutta l’umanità, cui nessuno, credente o non credente che sia, può sottrarsi. Tanto più lo è per le tre grandi religioni monoteiste che da quella domanda traggono la loro ragion d’essere, dovendo indicare alle genti la retta via.

Il senso vero della fraternità che va oltre ogni credo religioso

di Duccio Moschella — La Nazione, giovedì 7 luglio 2016

CHE SIGNIFICATO ha la parola “fraternità”? Un ebreo, un cristiano o un musulmano riesce a vedere un fratello in chi non condivide la propria fede? Che ruolo ha il fondamentalismo nelle diverse esperienze religiose? È possibile una «comunione nelle differenze» per sconfiggere la povertà, le guerre e custodire la natura come casa comune?

Subscribe to RSS - Recensioni