Nella pelle

copertina programmaCONFERENZA INTERNAZIONALE

CIAM Campus universitario Pontificia Università Urbaniana
5 - 6 dicembre 2011
Roma Via Urbano VIII 16 (Città del Vaticano)

I tatuaggi, le marchiature e le scarificazioni sono da sempre presenti nella storia del genere umano in diverse culture.

La Conferenza, primo incontro accademico interdisciplinare sull’argomento, raccoglie alcuni dei risultati degli studi condotti finora in questo campo. L’obiettivo è evidenziare l’importanza, dal punto di vista storico, antropologico e religioso, dei segni corporali permanenti nella loro valenza di espressione identitaria.

I tatuaggi, eseguiti volontariamente o in maniera coercitiva, sono segni con precisi significati: possono indicare lo status sociale, l’appartenenza etnica, l’esperienza religiosa di pellegrinaggio o di un rito di passaggio, la visualizzazione di punti terapeutici, ribellione, diversità, etc.

Docenti universitari ed esperti del settore, provenienti da prestigiosi atenei del mondo, illustreranno i diversi aspetti di questa antica pratica, nonché la storia e il linguaggio dei simboli nelle diverse culture. Rimane una questione aperta la ragione per cui le marcature sul corpo, permanenti per definizione, sembrano oggi seguire le passeggere tendenze di moda.

Alle ore 17.30 del giorno 5 dicembre è in progreamma l'intervento del Prof. Silvio Calzolari "La cultura del tatuaggio nel Giappone".

È prevista la traduzione simultanea.

Cliccando su questo link è possibile scarica l'intero programma in pdf.